Qual’ è la migliore posizione per dormire secondo la scienza?

La migliore posizione di riposo per la lombalgia

Il mal di schiena può essere scatenato da una serie di motivi come l’artrosi, la malattia degenerativa del disco, la stenosi spinale e la sciatica etc. Il modo migliore per determinare quale posizione di riposo funzioni meglio, bisogna sapere qual è la causa alla base del mal di schiena.

  • Posizione supina

Non ci sono regole quando si tratta di dormire, ma ci sono alcune linee guida che è possibile seguire per garantire un sonno più confortevole. In questa posizione, la gravità può forzare la schiena ad incurvarsi in modo anomalo.Se preferisci dormire sulla schiena, è consigliabile posizionare un cuscino sotto le ginocchia e un altro sotto la schiena.Se hai la sciatica o la lombalgia, dormire in questa posizione può essere una sfida. Quindi assicurati di fornire supporto sulla schiena e sotto la parte posteriore delle ginocchia per alleviare la pressione sulla zona lombare. Una buona variante di questa posizione è quella di sdraiarsi sulla schiena, ma con entrambe le ginocchia leggermente piegate.

  • Posizione sul fianco

La maggior parte degli esperti considera questa posizione come la migliore posizione per le persone con mal di schiena. Tuttavia, tieni presente che avrai ancora bisogno di cuscini per il supporto, uno posizionato tra le ginocchia e uno sotto la vita. Questa posizione è più adatta alle persone che si trovano nella fase infiammatoria del dolore, dove anche il minimo movimento può scatenare il dolore.

  • Posizione prona

In questa particolare posizione, la forza di gravità costringe la schiena ad aumentare la lordosi lombare. Questo può essere scomodo per le persone con lombalgia. Per adattarsi meglio a questa posizione, posizionare un cuscino sotto lo pancia. Ciò impedirà efficacemente la tua schiena di inarcarsi troppo.In generale, non è consigliabile dormire in questa posizione  con lombalgia, poiché questo può aggravare la curva lombare. Tuttavia, alcune condizioni come l’ernia del disco e la malattia degenerativa del disco possono essere alleviate da questa posizione. *NON come posizione notturna ma come esercizio antalgico da eseguire durante la giornata per una idratazione dei dischi intervertebrali.

La migliore posizione di riposo per il dolore alle spalle e al collo

La postura anomala del collo può portare a una serie di complicazioni come ernie del disco, affaticamento muscolare, artrite e nervi infiammati. Le posizioni scorrette del sonno possono influenzare e innescare i dolori al collo. La posizione anomala del collo e della colonna vertebrale può provocare un deterioramento delle articolazioni più veloce e causare affaticamento delle ossa, dei muscoli e dei legamenti.L’approccio migliore per porre rimedio al dolore al collo è correggere la postura, sia durante il sonno che in posizione eretta. Poiché il sonno dovrebbe consentire al collo e alla schiena di rilassarsi e alleviare la tensione, è utile studiare le diverse posizioni e assicurare un corretto allineamento del collo e della colonna vertebrale.

Posizione supina

Per le persone che soffrono di dolori al collo, questa è la posizione più ideale dal momento che funziona bene con la normale curvatura della colonna vertebrale. In questa posizione, la testa e il collo dovrebbero essere sostenuti da u

Posizione sul fianco

Questa è un’altra posizione accettabile ma richiederà ulteriore supporto. Il cuscino deve essere posizionato tra le ginocchia. Con questo supporto, non sarà necessario fornire cuscini lombari. Tuttavia, non è consigliabile sollevare un braccio sopra o sotto la testa, poiché mette tensione sul collo e sulle spalle. Dormendo sul fianco occorre usare un cuscino che mantenga le vertebre cervicali allineate con il resto della colonna.

Posizione prona

Se hai dolore al collo, è meglio evitare questa posizione in quanto aumenta il rischio di aggravare il dolore al collo. Dormendo in posizione prona è meglio non usare il cuscino.

Scegliere Il Cuscino Giusto

Indipendentemente dalla posizione in cui scegli di dormire, è importante utilizzare un cuscino e un buon materasso che lo completi.Per stabilire la giusta altezza del cuscino occorre verificare la verticalità dello sguardo: con un cuscino troppo alto lo sguardo è rivolto verso i piedi. In assenza del cuscino chi ha la cervicale rigida, lo sguardo e rivolto all’indietro. Quando il cuscino è della giusta altezza la direzione dello sguardo è verso l’alto sulla perpendicolare degli occhi e viene mantenuta la fisiologica lordosi cervicale. L’altezza del cuscino deve essere adeguata alle caratteristiche della colonna del soggetto.