Cicatrici, l’osteopatia può essere un prezioso aiuto

Le cicatrici lasciate da certi eventi nella vita possono essere più o meno fastidiose. Le cicatrici riguardano tutti, quasi senza eccezione, per cose più o meno serie. Purtroppo, non se ne parla abbastanza, anche se la loro presenza può essere molto imbarazzante o addirittura invalidante. Le donne dovrebbero essere più consapevoli dei benefici dell’osteopatia sulle cicatrici. In quanto sono particolarmente colpite dai rischi di cicatrici durante la loro vita. 

Le cause più frequenti sono:

– Taglio cesareo

– Cancro al seno (mastectomia parziale o totale)

– Fibromi / tumori uterini e / o ovarici (isterectomia parziale o totale)

Quali sono le conseguenze più comuni?

Durante le incisioni chirurgiche, sono interessati diversi strati di tessuto. La guarigione di questi stessi tessuti può dare origine a delle irregolarità , che si presentano come masse di tessuto denso in alcuni punti, dolore cicatriziale più o meno persistente e a diversi livelli di profondità.

Il taglio cesareo, ad esempio, può causare una sensazione di adesione e / o dolore ai tessuti.

L’isterectomia (che consiste nella rimozione parziale o totale dell’utero e delle ovaie) può causare notevole disagio in tutta l’area addominale inferiore, accentuata dal vuoto lasciato dall’assenza degli organi rimossi.

Infine, il cancro al seno spesso causa una mastectomia parziale o totale che può lasciare profonde sequenze psichiche e una disabilità fisica ben ancorata … Ad esempio, c’è una difficoltà nell’innalzare il braccio nei pazienti interessati perché la cicatrice il più delle volte, tira su tutta la regione del muscolo pettorale e ascella. I pazienti sono quindi costretti a tenere il braccio lungo il corpo perché la cicatrice tira troppo per sollevarla. L’osteopatia può aiutarli a recuperare questi movimenti “addolcendo” la cicatrice.

Cosa fa l’osteopata?

Rende la cicatrice più flessibile, lavora sulla profondità delle aderenze causate dalla cicatrice e dalla buona cicatrizzazione in generale. L’osteopata fa un vero lavoro in profondità e sui tessuti interessati dalla superficie cicatrizzata.

Quando consultarsi per una cicatrice? 

Prima è, meglio è! Sia interno (penso ad esempio a una rottura muscolare) o visibile dall’esterno (come per qualsiasi intervento chirurgico),è importante consultare un osteopata il prima possibile.Più tempo passa dalla guarigione della ferita, più tempo ci vuole per dargli flessibilità e un aspetto migliore con il lavoro osteopatico.